10
Feb
08

DANTE MALAFOGLIA

Biografia ufficiale dell’autore del Liber Invocationis

1938

Il 15 novembre, Rodante Malafoglia, nasce a Firenze dal geometra Francesco e dalla sua terza moglie Gianna Giullari. A Firenze trascorre la sua giovinezza, frequentando l’Istituto religioso dei Domenicani di Fiesole e poi il collegio.

1956

Supera il Liceo Classico, ma frequenta dei corsi privati di logica Matematica. Ad ottobre si trasferisce a Siena, dove segue il corso di laurea in matematica.

1957

Interrompe gli studi universitari, probabilmente a causa della sua saluta malferma. All’età di 19 anni Viene considerato inabile al servizio militare. Comincia ad interessarsi all’ambiente occultista Fiorentino. È di questo periodo la sua iniziazione massonica.

1959

Compaiono i suoi primi articoli, con lo pseudo Demiurgus, sulla rivista “Le Nous”. La collaborazione durerà fino al 1962. Si interessa alle tradizioni indù e islamiche.

1960

Riceve l’iniziazione islamica e assume il nome che significa “Servitore del Tutto in Uno”. Il 03  Agosto sposa, a Firenze, con rito cattolico, Manuela Parri. Vanno ad abitare, con uno zio ed un nipote di Malafoglia, in via Del Saracino, ad Arezzo.

1962

Collabora con la rivista esoterica “Chimera Alchemica”, firmandosi con lo pseudonimo Simon Magus.

1963

Ottiene una laurea in lettere (sezione: Filosofia, opzione: Filosofia, Storia e Comunicazione).

1965

Ottiene un diploma di studi superiori in Filosofia, con una tesi consacrata ad Ermete Trismegisto, il tre volte sapiente. Insegna filosofia a Firenze.

1966

Si trasferisce a Incisa, a Firenze, per continuare l’insegnamento.

1967

Viene incaricato di insegnare filosofia ad Arezzo.

1968

Si dimette dall’insegnamento per dedicarsi ai suoi studi.

1971

Presenta come tesi per il dottorato in lettere uno studio sugli spiriti planetari e le gerarchie angeliche di D. Alighieri, con l’approvazione di Bruno Lévi, ma viene rifiutato per l’opposizione del Rettore. L’opera viene pubblicata col titolo introduzione al grimorio verde ed alle gerarchie celesti.
Pubblica Il Delta del nulla, dove denuncia le imposture della Società Iniziatiche Tradizionalistiche.

1971

Pubblica Il rituale dell’invocazione, dove intraprende la confutazione dello spiritismo, a quei tempi molto in voga.

1973

Esce Dualismi Apparenti, dove traccia le linee per un’intesa tra l’élite intellettuale esoterica. Riprende ad insegnare filosofia ad Arezzo.

1978

Intraprende la collaborazione con la rivista “Regno Antico”, e con la rivista “Le Voile d’Yig”. Pubblica La clavicola di Salomone e i suoi misteri e I sigilli dei sette cieli. Tiene una conferenza alla Sapienza sul Nichilismo e la perdita del centro.

1980

Scrive di getto la prima stesura del Grimorio Verde.
Impaurito, getta la sua prima copia nel camino del suo appartamento, ma al mattino, scriverà poi nel suo diario, “quando la legna era ormai più simile a brace che a tronchi e rami incendiati, le pagine del tomo erano ancora interamente leggibili, anche se il loro bordo era stato orrendamente divorato dal fuoco.” – 11 gennaio 1980

1980

Il 12 gennaio muore sua moglie, stroncata da un ictus. Ad ottobre muore anche lo zio, che aveva vissuto con i due coniugi. Malafoglia imposta la linea editoriale della rivista “Le Voile d’Yig”.

1984

Suo nipote, che aveva allevato come un figlio, viene ripreso dalla madre. Rimane solo, umanamente ed intellettualmente. Pubblica Evocations spirituelle e un breve opuscolo, La coda del Drago.

1985

Il 4 marzo parte alla volta dell’Egitto per compiere degli studi sulla tradizione per conto della casa editrice Véga. Ma il progetto viene abbandonato e Dante resta in Egitto. Continua la collaborazione con”Le Voile d’Yig”.

1991

Viene pubblicato Le symbolisme de Cthulhu

1993

Termina la stesura dell’opera destinata ad esporre i contenuti della sua metafisica, “Il Grimorio Verde” o “Liber Invocationis”  ma decide inspiegabilmente di non pubblicarlo.

1996

Collabora a “Dilemma filosofico” la pagina speciale curata da Ebolas per il quotidiano Fiorentino  “il Regime Exoterico”.

2000

La rivista “Le Voile d’Yig” cambia il nome in “Antiche Tradizioni” sotto la guida intellettuale di Dante Malafoglia. La rivista interrompe le pubblicazioni dal 2001 al 2005.

2005

Viene pubblicato, nella collana “Antiche Tradizioni” delle edizioni Gullimaw, Le Regne de la Kadath et les signes des Temps.

2007

Dante Malafoglia cura la collezione dei suoi articoli sull’iniziazione, intitolandola Nigra Initiationis.
Esce un saggio sul simbolismo estremo-orientale, La Grande Antica Triade.

2008

Esce la prima edizione del Liber Invocationis. Edizioni Lilih.

2008

Il 7 gennaio, dopo una malattia durata tre mesi, Dante Malafoglia muore, quando le sue opere cominciano a suscitare interesse verso quel punto di vista tradizionale alla cui delineazione aveva consacrato l’intera esistenza. Le sue spoglie vengono tumulate, senza alcun rito ed in terra non consacrata, vicino al cimitero di Arezzo.


0 Responses to “DANTE MALAFOGLIA”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


CREATIVE COMMONS

Tutte le opere presentate in questo sito sono sotto licenza creative commons
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial 3.0 Unported License.

Visite

  • 8.497 hits

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: